COMUNE

Rischio incendi ad Alcamo, c’è l’ordinanza

di
Il sindaco ha disposto la combustione agricola controllata fino al 15 maggio, e il divieto assoluto di accendere fuochi fino al 15 ottobre. Multe per i trasgressori

ALCAMO. L'ordinanza consente di bruciare "materiale agricolo e forestale derivante da sfalci, potatura o ripulitura sul luogo in cui viene prodotto, in piccoli cumuli, nelle prime ore della giornata". E' stata appena firmata dal sindaco di Alcamo, Sebastiano Bonventre. Nei confronti di chi non si attiene all'ordinanza sono previste multe di duecento euro. Rimane chiaro che si tratta di un tipo di attività pericolosa, soprattutto se effettuata nelle giornate in cui soffia vento. Gli incendi che hanno più volte devastato parti di territorio insegnano. Ma quest'ordinanza, anche se conferma il "divieto assoluto di accendere fuochi dal 15 maggio al 15 ottobre", è un'altra rispetto a quella che ogni anno, da maggio ad ottobre, viene pubblicata dal Comune per intimare ai proprietari la pulitura dei terreni incolti e a rischio d'incendi. L'ordinanza numero 93 del 9 maggio 2014 riporta, tra l'altro, "che nel territorio comunale sono presenti aree aperte al pubblico uso, terreni incolti ed infestati da sterpi ed arbusti che possono essere facile esca e/o strumento di propagazione del fuoco" e che è "ritenuto dover adottare misure volte a prevenire eventi di pericolo per la pubblica incolumità".

L'ordinanza che è stata firmata da Bonventre in questi giorni consente invece "la combustione agricola controllata sul luogo di produzione, in piccoli cumuli, nelle prime ore della giornata e precisamente dalle ore 5 alle ore 9 nel periodo dal 16 ottobre al 14 maggio dell'anno successivo", ma impone che "durante tutte le fasi dell'attività e fino all'avvenuto spegnimento del fuoco deve essere assicurata costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fuoco o di persona di sua fiducia ed è severamente vietato abbandonare la zona fino alla completa estinzione di focolai e braci".

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X