ECCELLENZA

Il Marsala batte il Mazara nel derby e spicca il volo in classifica

di
Cortese, Testa e Maltese firmano il successo e «marcano le distanze» sulla diretta inseguitrice, Mussomeli, ora a -5

MARSALA. Tre capolavori di Roberto Cortese, Davide Testa e Totò Maltese ed il Marsala stritola al «Nino Lombardo Angotta» i cugini del Mazara, spiccando il volo in classifica dal momento che, adesso, sono saliti a sei i punti di vantaggio rispetto ai canarini e all'Atletico Campofranco (battuto in casa dal Pro Favara), mentre la più immediata inseguitrice è diventata il Mussomeli, vittorioso sul campo del Serradifalco ed ora a -5 dalla vetta avendo scavalcato Mazara e Campofranco.

Marsala 1912 e Mazara per la terza volta di fronte all'«Angotta» dopo le precedenti sfide in campionato del 21 settembre (allora i mazaresi giocavano «in casa», ma scelsero per mancanza di campo di disputare la partita a Capo Boeo) e nell'andata degli ottavi di finale di Coppa Italia (4 a 2 il punteggio per gli azzurri). E stavolta la posta in palio è stata ancora più alta essendo praticamente in gioco mezza stagione alla luce del +3 in classifica con cui s'è presentato il Marsala di Pergolizzi. Un Marsala che doveva oltretutto onorare la «Giornata Azzurra» indetta per ieri dalla società lilibetana e che, al tempo stesso, voleva dedicare il risultato, così come ha fatto a fine gara per voce dello stesso tecnico Pergolizzi e del direttore sportivo Cosimo Tumbarello, al suo presidentissimo Luigi Vinci che nei giorni scorsi ha chiesto di lasciare per qualche tempo la guida societaria e affidare il comando al proprio figlio Francesco per potere definire non meglio specificate questioni di salute e familiari che lo terranno lontano dall'Italia. Ebbene, dopo gli ultimi exploit della squadra e la conquista della finalissima regionale di Coppa Italia del 21 gennaio contro il Giarre, il «derby» è finito nel modo sperato (dal Marsala), con il Mazara «costretto» invece a far ritorno a casa a mani vuote dopo avere sfoderato comunque una prestazione tutta cuore, alla ricerca di un punticino che avrebbe lasciato tutto immutato in vetta.

 

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X