LA GARA COL BRESCIA

Pallacanestro Trapani, sconfitta e nervi

di
Il tecnico chiamato a gestire la prima vera crisi

TRAPANI. Nervi tesi in casa Pallacanestro Trapani, dopo la sconfitta interna con Brescia di domenica scorsa. Tanto tesi da far annunciare un inatteso silenzio stampa in diretta radiofonica, col presidente Basciano ad irrompere in un'intervista in corso a coach Lino Lardo. Insomma, la società granata punta il dito contro staff tecnico e squadra, colpevoli di risultati negativi in serie che non corrispondono al reale valore tecnico del gruppo.

Non c'è dubbio che al quarto anno da massimo dirigente, Pietro Basciano sia chiamato a gestire la prima vera crisi, peraltro complicata e di difficile risoluzione. Specialmente per un presidente lontano dal percorrere le tipiche scorciatoie che conducono direttamente all'esonero dell'allenatore. Però, vista dall'ottica societaria, la reazione ci sta tutta: al netto degli scatti d'ira (si sarebbe potuto evitare di bloccare il lavoro d'un cronista e annunciare il silenzio stampa dieci minuti dopo), in un panorama in cui Forlì sparisce, Veroli procede a mezzo servizio, almeno altri due club zoppicano, Trapani avrà pure il diritto di chiedere di più ai propri tesserati. Dopo, però, occorre chiudersi in una stanza e capire in cosa si è sbagliato, rimettendo tutto e tutti in discussione.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X