AVIS

Raccolta sangue riattivata a Marsala, c’è la proroga

di
«In virtù del decreto legge del Governo nazionale - sottolinea il presidente provinciale Giovanni Pugliese - la sospensione è stata bloccata»

MARSALA. Scongiurata in extremis la sospensione delle attività di donazione di sangue all'Avis. La sospensione è venuta a seguito ad uno specifico intervento del presidente provinciale dell'Avis, Giovanni Pugliese, con una nota diretta al dirigente dell'Assessorato alla Salute Antonio Mele,al direttore generale dell'Asp n.9 di Trapani Fabrizio De Nicola e alla responsabile del Centro Trasfusionale dell'ospedale "Paolo Borsellino" di Marsala, dottoressa Vaccaro. Pugliese, sollevando la gravità della situazione che si sarebbe venuta a creare con la sospensione delle donazioni di sangue nelle Avis Comunali, è riuscito ad attivare i canali provinciali e regionali in merito all'assurda questione dell'accreditamento delle Avis nella stipula delle convenzioni con le Asp "condizione essenziale" per potere svolgere l'importante azione di raccolta di sangue nelle strutture Avis.

Proprio l'intervento di Pugliese ha determinato la proroga delle convenzioni in virtù di un apposito decreto legge del Consiglio dei Ministri (il "Milleproroghe") che fa slittare la data del 31 dicembre 2014 di quattro mesi, ossia al prossimo 30 aprile 2015. Entro quella data, comunque, la Regione (l'Assessorato regionale alla Salute) dovrà procedere al rilascio del provvedimento di accredito delle sezioni Avis in convenzione con le Asp. Se ciò non dovesse avvenire si riproporranno quelle condizioni manifestatesi proprio alla vigilia di Capodanno del blocco delle donazioni.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X