ELEZIONI

Comune di Alcamo, il riconteggio dei voti conferma Bonventre

di
La verifica ha riguardato le schede relative alle votazioni per eleggere il sindaco nel 2012 dopo le polemiche e le accuse dello schieramento sconfitto

E' terminata, in Prefettura di Trapani, la verifica delle schede relative alle votazioni per eleggere il sindaco di Alcamo nel 2012. "E' emerso - riferisce l'avvocato Alessandro Finazzo, difensore del sindaco Sebastiano Bonventre - che il divario tra i voti in favore di Bonventre e quelli ottenuti da Niclo Solina è aumentato da 39 a 57, quindi 18 voti in più per Bonventre. Non è emerso alcun elemento che dimostri il paventato voto di scambio - prosegue Finazzo -. Sono state verificate, in due settimane e mezza, circa 20 mila schede di 35 sezioni su 41". L'avvocato Finazzo, pur precisando che "ancora la sentenza del Cga deve essere scritta", afferma con sicurezza: "E' evidente che, se c'è stato un danno, questo l'ha subìto Bonventre". C'è però, intanto, da chiarire un aspetto. Finazzo aveva detto che "le operazioni di verifica delle schede erano terminate mercoledì sera". Niclo Solina, invece, che fino al primo pomeriggio di ieri al telefono era irraggiungibile, poco dopo le 14.30 ha detto: "Sono appena uscito dalla Prefettura. Alle ore 14 di oggi sono state completate le operazioni di verificazione delle schede". Il rivale di Bonventre alle elezioni comunali alcamesi 2012 ha quindi proseguito affermando: "Il prefetto Leopoldo Falco ha preso atto della complessità della vicenda. La decisione dovrà essere del Cga. Noi abbiamo segnalato che ci sono 476 schede che presentano anomalie e che dovranno essere esaminate". Poco prima, il movimento Abc, tramite la sua rappresentante Paola Messina, aveva comunicato: "Ci riserviamo di commentare quando avverrà la sentenza definitiva del Cga". Anche il sindaco Bonventre, in tarda mattinata, aveva espresso cautela, limitandosi ad annunciare: "Commenterò dopo la sentenza definitiva". Che è prevista a dicembre.

Avviate lo scorso 1° settembre, le operazioni di riconteggio delle schede erano state, dopo pochi giorni, temporaneamente sospese dalla Prefettura poiché l'avvocato Finazzo si era infatti "opposto a che il commissario prefettizio valutasse determinati aspetti su cui il Cga" avrebbe dovuto "esprimere chiarimenti". Operazioni di verifica che erano state disposte dal Consiglio di Giustizia amministrativa nel mese di giugno scorso, allo scopo di fare piena luce su presunti brogli e voto di scambio (a ottobre il processo), oggetto di inchieste giudiziarie riguardanti le elezioni amministrative comunali svoltesi nel maggio 2012 ad Alcamo. Fu eletto sindaco Sebastiano Bonventre (candidato di una coalizione di centrosinistra), tuttora in carica, superando al ballottaggio, per 39 voti di scarto, il suo rivale Niclo Solina di Abc. Adesso, stando alle dichiarazioni di Finazzo, lo scarto sarebbe aumentato a favore di Bonventre. Ma si attende la sentenza del giudice. Nel mese di luglio scorso, il Movimento 5 Stelle aveva denunciato in Senato ritardi per quanto riguarda l'avvio di tali operazioni di verifica delle schede elettorali, ma dalla Prefettura trapanese era stato assicurato che a partire dall'ultima settimana di agosto avrebbe proceduto a svolgerle, avendo tempo fino al 30 settembre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook