Mancosu scommette: «La serie A? Posso andarci col Trapani»

Il bomber ha rinnovato il contratto con la società granata fino a giugno del 2017: «Sono contentissimo di essere rimasto qui, è il posto dove sono stato meglio»
Trapani, Qui Trapani

TRAPANI. La consegna è quella del silenzio, Non si deve parlare assolutamente di cifre. Una consegna che anche il procuratore di Matteo Mancosu, l'avvocato Valentino Nerbini, rispetta. Anche se in qualche modo smentisce il direttore sportivo del Trapani Daniele Faggiano che aveva escluso l’aggiunta di «bonus» al nuovo contratto che l’attaccante sardo ha sottoscritto con la società granata e che prolunga il suo accordo con il Trapani fino a giugno 2017, adeguandolo in modo tale da avvicinarsi ai 150 mila euro che rappresenterebbero il massimo del salary cap, il tetto salariale concordato da società, procuratori e direttori sportivi che, comunque, oltre alla parte fissa ne prevede una variabile, legata a obiettivi personali dei calciatori e di squadra. «Neanche lo scorso anno c’erano scalettamenti di stipendio legati al numero di gol che avrebbe fatto Mancosu - ribadisce Faggiano - e Matteo, di gol, ne ha fatti tantissimi».
«Sì sono previsti dei ”premi” - dice, invece, Nerbini - ma soprattutto quello che mi preme sottolineare è che Matteo è strafelice e se lo è lui, perché non dovrei esserlo io?» Inutile, a questo punto, insistere anche per quello che concerne le proposte più o meno concrete che il procuratore, ma mai pare la società granata, avrebbe ricevuto da qualche sodalizio della massima serie.

L'ARTICOLO COMPLETO NELLE PAGINE DEL GIORNAE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X