Pantelleria, cinque giorni dedicati al passito

Ogni giorno, dalle ore 18 e fino alle ore 20, nel cortile del Castello Medioevale di Pantelleria, sarà possibile degustare i vini passiti delle cantine italiane e straniere
Trapani, Archivio

PANTELLERIA. Inizia domani a Pantelleria la prima edizione del Passitaly. L'isola ospiterà per cinque giorni la prima rassegna internazionale dei vini dolci naturali del Mediterraneo. Un prologo ci sarà oggi quando il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina arriverà sull'isola per partecipare alla vendemmia dello Zibibbo. In programma anche a mezzogiorno una conferenza stampa, che si svolgerà al Castello Barbacane, dedicata alla viticoltura eroica delle isole minori. Ci sarà un ricco programma articolato in degustazioni, tour delle cantine pantesche, talk show con appuntamenti musicali e culturali. Cinque giornate per scoprire le meraviglie dell'isola e il profondo legame con la civiltà della vite. Ogni giorno, dalle ore 18 e fino alle ore 20, nel cortile del Castello Medioevale di Pantelleria, sarà possibile degustare i vini passiti delle cantine italiane e straniere partecipanti alla manifestazione. La rassegna è promossa dall'Assessorato Regionale dell'Agricoltura, dello sviluppo rurale e della Pesca Mediterranea, dal Comune di Pantelleria, dall'Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia e dal GAL delle Isole Minori. "Con Passitaly - afferma Antonino Di Giacomo, Commissario straordinario IRVO - vogliamo focalizzare l'attenzione sulla viticultura estrema praticata nelle isole minori e sulle produzioni di nicchia dei vini passiti. Sarà una sorta di fiera naturale diffusa nella quale cantine locali, nazionali e di tutta l'area del mediterraneo avranno occasione di far conoscere le produzioni di vini passiti che saranno degustate e valutate da una giuria composta da firme prestigiose della stampa nazionale ed internazionale". "Pantelleria - afferma Ezechia Paolo Reale, Assessore Regionale dell'Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea - è un simbolo importante della civiltà della vite in tutta l'area del Mediterraneo". La manifestazione, oltre a dare la possibilità di degustare le produzioni più prestigiose di vini passiti del Mediterraneo, consentirà di scoprire l'isola attraverso "Pantelleria Experience". Tre differenti percorsi legati a tre diverse specificità di questo territorio: enogastronomico, naturalistico - paesaggistico e storico - culturale. "Passitaly - dichiara Salvatore Gino Gabriele, Sindaco di Pantelleria - deve diventare uno strumento di valorizzazione dell'isola e del suo tessuto produttivo, partendo dall'agricoltura ma includendo anche ristorazione, ricettività, servizi, ma anche cultura, archeologia, antichi saperi e sapori che, nella nostra isola, hanno saputo generare identità, comunità, storia". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X