Accordo a San Vito, ambulanti non in spiaggia

La protesta dopo l’ennesimo controllo : i venditori, tra cui molti migranti, alla fine ottengono l’incontro col primo cittadino
Trapani, Archivio

SAN VITO LO CAPO. Due sere fa è sembrata come se la tensione fosse alle stelle. A San Vito Lo Capo l'ennesimo controllo da parte della Polizia Municipale (anche con due agenti dell'Europol convenzionati col Comune) sulla spiaggia ha fatto arrabbiare alcuni migranti ambulanti che, in serata, si sono presentati davanti l'hotel Ghibli - di proprietà della famiglia del sindaco - e hanno chiesto di incontrare il primo cittadino. La scena non è sfuggita a turisti e vacanzieri che in queste settimane stanno trascorrendo le ferie a San Vito Lo Capo. Ieri mattina, invece, i toni sono tornati pacati. È bastata una riunione in Comune tra il sindaco Matteo Rizzo, un'artigiana italiana ambulante e sei migranti in rappresentanza delle varie etnie per «chiarire» la questione che in queste settimane, sole e mare a parte, ha interessato San Vito Lo Capo.


ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X