Trapani, Nizzetto: «Dopo i nostri primi due gol è calato il buio»

TRAPANI. Essere più realista del re è un detto che discende dall'abitudine di alcuni sudditi di attuare le disposizioni del sovrano con maggiore durezza di quanto avrebbe fatto o farebbe lui stesso.
Ed è quello che è accaduto in Trapani-Bari. Il tecnico granata Roberto Boscaglia, con il suo credo offensivo, "predica" il gioco d'attacco, sempre e comunque, perché l'obiettivo di ogni partita sono i tre punti. Con il Bari, i suoi "discepoli" hanno esagerato. Sul 2-0, maturato entro la prima dozzina o poco più di minuti dall'inizio per i gol di Antimo Iunco e Maurizio Ciaramitaro, piuttosto che cominciare a ragionare su come amministrare la partita, sfruttando magari l'occasione buona per piazzare il colpo di grazia all'avversario, si sono lanciati scriteriatamente ancora tutti all'attacco, offrendo il fianco alle ripartenze dei "galletti" e peccando di leziosismo in misura tale da indisporre lo stesso tecnico, per quanto "esteta" del calcio. Il 4-3 finale per il Bari ha fatto sì che il Trapani, pur restando in piena zona play off, sia scivolato a quattro punti dalla seconda piazza consolidata dall'Empoli, sia stato scavalcato di un punto da Cesena e Crotone e affiancato a quota 49 dal Siena.
"Peccato, peccato - dice l'esterno Luca Nizzetto -: la partita si era messa sui binari giusti, avevamo fatto due gol stupendi, ma poi qualcosa si è spento. Anzi c'è stato buio totale fino alla fine del primo tempo (il Bari, tra il 24' ed il 42', ha segnato le sue quattro reti, ndc), un buio che è calato dopo il primo gol che abbiamo preso con un tiro da quaranta metri”.
L’ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X