Indagato per violenza sessuale, medico di Marsala si difende: "Minacciato di estorsione"

MARSALA. Il presidente siciliano dello società nazionale di aggiornamento di medicina generale (Snamid) e medico di famiglia, Pietro Marino, è indagato dalla Procura di Marsala con l’accusa di violenza sessuale. A denunciare il medico, al quale è stato notificato l’avviso conclusione indagini preliminari, è stata una donna di 35 anni, sua assistita. Secondo la presunta vittima, il medico avrebbe tentato di un abuso sessuale dopo averla visitata. Il fatto sarebbe accaduto lo scorso anno nello studio del professionista, mentre la donna era in bagno per lavarsi le mani. Marino, noto per essere anche prefetto del Rotary club di Marsala, si sarebbe difeso sostenendo che la donna che lo accusa avrebbe, in precedenza, tentato di estorcergli del denaro, inviando nel suo studio anche tre energumeni. Lui ne avrebbe parlato con un poliziotto, ma questi, ascoltato, non avrebbe confermato. La denuncia del medico contro la donna sarebbe, comunque, successiva a quella della sua. A coordinare l’indagine è il procuratore Alberto Di Pisa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X