Mazara del Vallo, vandalismo fa scempio in via Pilazza: nella notte danneggiate le ceramiche

MAZARA DEL VALLO. Ennesimo episodio di vandalismo in città. Ignoti la notte scorsa hanno danneggiato pareti ed arredi in ceramica in via Pilazza, nel pieno centro storico.
L’ira del sindaco Nicola Cristaldi appresa la notizia di quello che era successo: «Sono disgustato - dichiara il primo cittadino - per quel che continua a verificarsi. C’è un gruppetto di delinquenti in questa città che non si arrende nonostante il buon lavoro svolto dalle Istituzioni amministrative e dalle forze dell’ordine. È un’azione da condannare, compiuta non da ragazzini capricciosi ma da precise bande che danneggiano le opere collocate in quei luoghi che maggiormente sono stati oggetto di un nostro intervento.


Si tratta - aggiunge - di precise azioni provenienti da ambienti che si erano impossessati di una determinata parte del territorio, che era stato trasformato nella terra di nessuno ed usato come luogo per lo spaccio di droga e per pianificare azioni di piccola criminalità. L’imminente collocazione della video sorveglianza - conclude Cristaldi - il cui iter d’appalto è già stato completato, servirà a far diminuire tali episodi e a rafforzare la sicurezza, ma se ogni singolo cittadino della nostra città non sentirà dentro di sè la necessità di ergersi a custode del nostro patrimonio artistico-culturale, tutti i nostri sforzi finiranno per essere inutili».


La riqualificazione di tutto il centro storico è stato uno dei punti cardine del programma dell’attuale amministrazione comunale. Qualche anno fa il centro storico non era conosciuto neanche dagli stessi mazaresi. Molti avevano paura ad addentrasi perché era diventato un vero e proprio «mercato» della droga. Adesso, invece, è fruibile da tutti. Purtroppo la città di Mazara è quotidianamente vittima di azioni messe in campo da criminali. Numerosi i furti e gli scippi che si registrano. La gente è stanca e la maggior parte dei cittadini non vuole più denunciare. Fatto grave. Solo collaborando con le forze dell’ordine si possono individuare i responsabili e bloccare la criminalità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X