Marsala, chiuso il contenzioso: riprendono i lavori nella chiesa di San Giovannello

TRAPANI. Buone prospettive per la ripresa dei lavori di restauro alla Chiesa di San Giovannello di via Andrea D'Anna. E' stato infatti rescisso definitivamente il contratto con la "Icos" di San Cipirrello che nel 2010 si era aggiudicati i lavori di ristrutturazione della piccola chiesa distrutta dai bombardamenti aerei dell'11 maggio del '43, con un ribasso del 7,3152 per cento sul prezzo a base d'asta di 200 mila euro. La ditta palermitana che aveva sospeso da oltre un anno e mezzo i lavori e presentato un atto extragiudiziale nei confronti del Comune ha rinunciato alla ripresa dei lavori nonostante il Comune avesse disposto il pagamento delle somme dovute, che erano alla base del contenzioso sfociato nell'atto extragiudiziario, mediante la stipula di una apposita convenzione (la "pro soluto"), con la banca "Icrea", l'istituto di credito che anticipa per l'80 per cento alle imprese le somme dovute dal Comune. Da qui la rescissione del contratto e il tentativo di affidare i lavori (per stringere i tempi della ripresa) ad altra ditta che sarà designata nelle prossime ore dal dirigente del settore Lavori Pubblici, ingegnere Luigi Palmeri. "Un provvedimento reso necessario - sottolinea l'ingegnere Palmeri, responsabile unico del provvedimento - alla luce della rinuncia della "Icos" e della necessità di riprendere quei lavori di restauro per non vanificare quelli che finora sono stati eseguiti e che, una volta ultimati, restituiranno l'antica chiesa alla pubblica fruizione da parte dei marsalesi". I lavori fin qui realizzati a San Giovannello, su progetto dell'architetto Giovanni Nuzzo (direttore dei lavori è il figlio, architetto Domenico), hanno riguardato la sistemazione di parti della Chiesa come il portale trecentesco con una fusione in bronzo statuario,il recupero, l'adeguamento e l'utilizzo di alcuni vani annessi all'ex Chiesa (in una cavità sottostante, forse un cimitero, nel 2010 furono rinvenute anche delle ossa umane) da utilizzare per gli uffici. Restano da collocare gli impianti idrico, elettrico e fognario e ultimare il prospetto che si affaccia sulla via Andrea D'Anna. Manca veramente poco perché Marsala torni a fruire della preziosa Chiesa di San Giovannello che porta i fregi, nelle arcate dell'unica navata, dei Chiaramonte il cui stile è anche nel portale, ora ricostruito, e che è destinata ad essere un suggestivo spazio da adibire ad eventi socio-culturali. Una ristrutturazione che la città attende ormai da troppo tempo. Nella foto Barraco i lavori all'interno della Chiesa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X