Il Trapani riconferma mister Boscaglia Faggiano già al lavoro per i rinforzi

Il tecnico firmerà domani il rinnovo del contratto. Guiderà il club granata per la quinta stagione di fila

TRAPANI. Il comandante Vittorio Morace, il direttore sportivo Daniele Faggiano e mister Roberto Boscaglia si riuniranno in «conclave» domattina per discutere il rinnovo del contratto del tecnico. «Balla» un biennale che era stato programmato fin dalla scorsa stagione ma al quale, finora, non è stato dato un seguito concreto. Se la «fumata» sarà, com’è prevedibile, immediatamente «bianca», presidente, «diesse» e allenatore cominceranno a fare immediatamente un’analisi di quello che occorre per affrontare una serie B senza patemi, partendo dal numero e dai nomi e cognomi dei giocatori in scadenza cui proporre il rinnovo. Sotto contratto il Trapani ha soltanto il portiere Davide Morello, mai utilizzato in campionato ma dai trascorsi in serie B; i difensori, Francesco Lo Bue, Luca Pagliarulo e Massimo Lo Monaco; i centrocampisti Cristian Caccetta, Giuseppe Madonia, Mario Pacilli, Fernando Spinelli e Simone Basso e l’attaccante Alessandro Romeo. Appare evidente che il reparto da potenziare è quello avanzato e, in questa direzione, le prime proposte di rinnovo dovrebbero essere fatte nei confronti dei due cannonieri della squadra: Matteo Mancosu (15 gol, tutti su azione) e Giovanni Abate (14) mentre per la difesa non è improbabile che venga proposto un contratto a Rocco D’Aiello, per quanto infortunato, anche nella considerazione che la «Cadetteria» è un campionato che ha frequentato per alcune stagioni. Per quello che concerne le voci di calcio mercato, l’unico nome che sostanzialmente Daniele Faggiano non ha smentito, tra quelli già fatti nei giorni scorsi, è quello di Mbaye Diagne, senegalese classe '91 che, nel Bra, in serie D, ha messo a segno 23 reti in 29 partite. Il direttore sportivo granata, infatti, si è limitato a ribadire che non interesserebbe un «prestito secco», anche se dovesse arrivare dalla società campione d’Italia. «Un giovane - ha detto - dev'essere per noi un investimento». Faggiano, solitamente «abbonato alle smentite», finora, non ha battuto ciglio per quanto riguarda, invece, il possibile interesse della società granata per l’esperto centrocampista Fabio Caserta (1978) della Juve Stabia ma con trascorsi in serie A col Catania e col Palermo, e per il difensore Alessandro Camisa (1985) del Vicenza. Altri nomi accostati al Trapani sono quelli dell’attaccante Manuel Fischnaller (1991) della Reggina, ex SudTirol, e del centrocampista Mirko Bruccini (1986) che ha vinto la Seconda Divisione con la Pro Patria allenata da Aldo Firicano. Un piccolo passo indietro, infine, per sottolineare uno dei momenti più significativi e commoventi della grande festa che si è tenuta sabato sera in Piazza Vittorio per celebrare la conquista della serie B. Il «dg» Anne Marie Collart Morace, liberando un grappolo di palloncini granata «perché raggiungano Franco, lassù, in cielo», ha voluto mantenere una promessa fatta, nel quarto anniversario della scomparsa di Franco Auci, ad Ina, sorella del giornalista, poeta, scrittore e storiografo del Trapani calcio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X