Prete assassinato, Viola: "Seguiamo alcune piste"

"Non siamo al buio, ma le tracce che seguiamo non sono al momento riferibili". Queste le parole del procuratore di Trapani in riferimento all'micidio di don Michele Di Stefano
Trapani, Archivio

TRAPANI. «Non siamo al buio. Stiamo seguendo alcune piste al momento non riferibili». Lo ha detto il procuratore capo di Trapani, Marcello Viola, facendo il punto sulle indagini relative all'uccisione del parroco di Ummari (Tp), don Michele Di Stefano, assassinato nella notte tra lunedì e martedì.  Nel pomeriggio in Procura si è tenuto un vertice operativo con gli investigatori. La salma del sacerdote in serata sarà trasferita a Calatafimi, sua città d'origine, dove domani mattina alle 9.30, nella chiesa del Crocifisso, verranno celebrati i funerali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X