L'omicidio del parroco, oggi l'autopsia

Don Michele sarebbe stato assassinato con colpi di bastone sul capo: alcune schegge di legno sono state trovate sul pavimento, ma dell'arma nessuna traccia
Trapani, Archivio

TRAPANI. Sarà eseguita nel pomeriggio a Trapani dal prof. Paolo Procaccianti l'autopsia sul corpo di don Michele Di Stefano, 79 anni, parroco di Ummari, frazione trapanese, ucciso nel proprio letto in canonica nel borgo rurale Livio Bassi, dove viveva da solo. Secondo i primi rilievi sul cadavere, scoperto ieri pomeriggio dopo l'allarme da parte dei familiari del sacerdote che non avevano notizie del congiunto, il religioso sarebbe stato assassinato con colpi di bastone sul capo: alcune schegge di legno sono state trovate sul pavimento, ma dell'arma nessuna traccia.

I carabinieri, che alle 14 parteciperanno a un vertice con il  procuratore di Trapani Marcello Viola per fare il punto sulle indagini, sembrano scartare l'ipotesi di una rapina finita male, anche se non sono riusciti ancora a trovare il portafoglio della vittima. Nella zona sono in corso battute con l'ausilio di un elicottero.

Don Di Stefano per 43 anni parroco della chiesa "Gesù Giuseppe e Maria" a Fulgatore, una frazione di Trapani. Faceva catechismo ai figli dei romeni della zona, per anni era stato assistente dei lavoratori di Azione Cattolica e assistente spirituale della Coldiretti provinciale. Era benvoluto da tutti i fedeli ed il vescovo della diocesi, Alessandro Plotti, lo ha descritto come un prete "buono, saggio e zelante".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X