Sequestro Denise, perito ricostruisce intercettazione di Jessica Pulizzi

«Va pigghia a Denise. Ma Peppe chi ti rissi? Ma dunni l'ha purtari?», si dice nell’intercettazione trascritta dal perito Carla Ciriaco. Alla sbarra Jessica Pulizzi e l’ex fidanzato, Gaspare Ghaleb
Trapani, Archivio

MARSALA. È iniziata con la deposizione di Carla Ciriaco, il perito nominato dal Tribunale per la trascrizione dell'intercettazione ambientale effettuata il 24 novembre 2004 sullo scooter di Jessica Pulizzi, l'udienza del processo per il sequestro della piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni. Alla sbarra, oltre alla Pulizzi, sorella (per parte di padre) della bambina rapita, c'è anche il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb, accusato di false dichiarazioni al pm. Il perito ha detto che «sono passati 42 secondi dal momento in cui si spegne il motore dello scooter di Jessica (parcheggiato sul marciapiedi di via Pirandello, davanti l'abitazione della ragazza ndr) fino a quando si sentono due voci maschili». Una, più vicina, dice: «Va pigghia a Denise. Ma Peppe chi ti rissi? Ma dunni l'ha purtari?» («Vai a prendere Denise, ma Peppe che ti ha detto, ma dove la devo portare?», ndr). L'altro uomo risponde: «Fora»(Fuori, ndr). Furono, poi, interrogati dalla polizia tredici persone che avevano figlie che si chiamavano Denise. Ma lo spunto investigativo non ebbe seguito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X