Marsala, presentato alla Bit di Milano il “Kitesurf freestyle world cup 2013”

Trapani, Sport

MILANO. Il Comune di Marsala ha scelto il prestigioso palcoscenico di Bit (la Borsa Internazionale del Turismo) di Milano, per presentare ieri (giovedì 14 febbraio) uno degli appuntamenti più importanti dell'estate 2013, il “Kitesurf freestyle world cup 2013”.

Il suggestivo scenario della Laguna dello Stagnone di Marsala, infatti, sarà dal 25 al 30 giugno, teatro della terza e unica tappa italiana del mondiale PKRA (Professional kiteboard rider association, corrispondente alla Fifa per il calcio). La manifestazione sportiva  - che vedrà la partecipazione dei migliori kiter del mondo - s’inserisce nell’ambito  degli eventi previsti per  “Marsala Città del vino 2013”, il prestigioso titolo conferito  da “Recevin”, la rete delle realtà geografiche a vocazione enologica più importanti del Vecchio continente.
Il sindaco di Marsala Giulia Adamo, nel portare il suo saluto, ha sottolineato come “l’evento legato al kitesurf sia uno degli eventi di punta nel programma di “Marsala Città Europea del Vino”. Questo è un contenitore culturale, che ha nel vino il leitmotiv, ci accompagnerà per un intero anno, caratterizzando– con stage, visite nelle cantine, musica e convegni – un calendario ricco di appuntamenti. Il kitesurf – ha concluso il sindaco - è la disciplina ideale per far conoscere la salubrità della nostra terra di Sicilia, che rispetta l’'ambiente e che ha nel mare la fonte di tante pagine di storia, dai Fenici a Garibaldi, al vino marsala”.
“Vento e mare sono fattori strategici dello sviluppo del territorio, simboli e metafora della buona politica – ha aggiunto l'assessore comunale allo Sport del Comune di Marsala Eleonora Lo Curto -. Ed è in onore del kitesurf - che nella bellissima frase di Cicerone “Marsala, Pulcherrima sed Ventosa” abbiamo sostituito l'avversativo “sed” (ma) con la felicissima congiunzione “et”. Così, “pulcherrima et ventosa” è riportata anche sull’etichetta celebrativa del vino Marsala Città Europea del Vino che, oltre al kite, ha in serbo diverse manifestazioni velistiche, talune patrocinate dalla Federazione Italiana Vela, che porteranno in città centinaia di atleti e
appassionati del settore”.

Gli aspetti tecnici del mondiale di kitesurf sono stati infine illustrati da Mirko Babini delegato dell’'IKA (International Kiteboard Association), il quale ha spiegato: “La tappa di Marsala sarà per noi una cartolina importante, una vetrina che ci permetterà di avvicinare tanti giovani al nostro sport. Il mio sogno è che Alberto Rondina, riminese numero tre al mondo di kitesurf, dia il meglio di sé e riesca a vincere proprio nella tappa di Marsala. Sarebbe un bel colpo per il nostro movimento e per il centro siciliano”.

La laguna dello Stagnone sulla costa di Marsala è considerata  per la sua
conformazione e per la forza del vento un circuito di gara ideale. Già nel 2007 è stata scelta per ospitare una tappa del mondiale e, nel 2013, è stata confermata dalla Pkra, in risposta alla richiesta dei tre circoli di kitesurf, Le Vie del  Vento, Sicily Kite School, Sicily Kite Lounge.

Il kitesurf si pratica con una piccola tavola (kiteboard), trainata da un aquilone scivolando sull’acqua a velocità sostenuta fino a 100 km all’ora. Si articola in varie discipline: lo Slalom, il Wave Riding lo Speed (gare di velocità), il Racing ed il Freestyle che è il preferito dai giovani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X