Trapani, il consiglio provinciale sfiducia il commissario Giammanco

La decisione nasce dal fatto che «non si è mai registrato quel sufficiente livello di collaborazione e di corresponsione di responsabilità»

TRAPANI. Il Consiglio provinciale di Trapani, ieri sera, all'unanimità, ha votato un ordine del giorno che sfiducia il commissario straordinario dell'Ente, Luciana Giammanco (figlia dell'ex procuratore di Palermo, Pietro). La decisione di votare la sfiducia, nasce dal fatto che «non si
è mai registrato quel sufficiente livello di collaborazione e di corresponsione di responsabilità».
Tra gli atti contestati, il mancato ritiro, in autotutela, delle delibere dell'amministrazione guidata da Mimmo Turano, che prevedevano contributi a pioggia ad associazioni; la bocciatura della proposta del Consiglio di istituire la polizia provinciale; nonchè i contrasti tra il Consiglio e il commissario sugli indirizzi politici legati alla gestione dell'Airgest, società partecipata che gestisce lo scalo
aeroportuale civile di Trapani Birgi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X