Raccolta rifiuti: "Multa" al Comune

Il mancato raggiungimento della percentuale di differenziata prevista dalla Regione costa alle casse comunali 111 mila e 240 euro
Trapani, Archivio

TRAPANI. Il mancato raggiungimento della percentuale di raccolta differenziata prevista dalla Regione costa, alle casse del Comune, 111 mila e 240 euro. Secondo l’ultima direttiva, infatti, la percentuale minima che ogni amministrazione locale deve raggiungere è del 40%, mentre in città, nonostante gli sforzi degli ultimi anni, ci si ferma al 15%. Motivo per cui l’amministrazione è costretta a pagare una penalità pari alla differenza tra quanto previsto e quanto effettivamente raggiunto, pari al 25%, calcolato in base ad una tariffa di 12,36 euro per tonnellata. In totale, quindi, 111 mila e 240 euro.

Questo importo è stato inserito tra le spese che Palazzo D’Alì deve prevedere per il conferimento dei rifiuti nell’impianto di trattamento di contrada Belvedere per tutto il 2013, oltre che per il trasporto di sovvalli in discarica e per la coltivazione della discarica stessa. In totale si tratta di cinque milioni di euro suddivisi, però, in due distinte voci. La prima è relativa al servizio di conferimento dei rifiuti a Belvedere e la seconda ai versamenti cui l’amministrazione è dovuta per tributi speciali, maggiorazioni per il mancato raggiungimento della percentuale di differenziata e per dei versamenti previsti da una legge regionale del 2000.

Nel primo caso il costo è di quattro milioni e 40 mila euro che, con il ribasso del 13,70% da parte della Trapani Servizi che gestisce il nuovo impianto di trattamento dei rifiuti di Belvedere, si riduce a 3 milioni e mezzo. Nel secondo caso, invece, si raggiunge il milione e mezzo di euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X