L’integrazione passa per il lavoro: stage per 44 giovani immigrati a Valderice

Da febbraio, per un anno, saranno impegnati in aziende e cooperative selezionate attraverso un bando

TRAPANI. Presentato ieri mattina, al Molino Excelsior di Valderice, il progetto “Integra Forma Lavoro”, iniziativa in tema di lavoro ed integrazione rivolta a 44 giovani immigrati, arrivati in Italia senza i genitori. Si tratta dei ragazzi ospiti di diversi centri di accoglienza della provincia di Trapani che dai primi di febbraio, e per un anno, saranno impegnati in aziende, ditte individuali e cooperative selezionate attraverso un bando pubblico. Il progetto è stato finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali per un importo di 146 mila euro: è stato l'unico approvato per il meridione d'Italia. Sono previsti circa 140 ore di lezioni teoriche, attività di lavoro con l’assistenza di tutor e l’impiego, a tempo pieno, nelle imprese del comprensorio. Il progetto è stato promosso da Confcooperative Trapani, che ha assunto il ruolo di cabina di regia e di coordinamento tra enti pubblici e privati che operano nel settore sociale. Ente capofila dell’iniziativa è il Comune di Marsala. Partner del progetto sono il Comune di Valderice, Confcooperative Trapani e le cooperative sociali “Corf Onlus”, “Etica”, “Il Miglioramento”, “Badia Grande” e “Delfino”. Saranno coinvolti i ragazzi dai 16 ai 21 anni. «Si tratta - ha evidenziato il presidente di Confcooperative Trapani Giuseppe Scozzari - di ragazzi che sono ospiti in Italia da un anno o poco meno; molti provenienti dalla cosiddetta emergenza NordAfrica, tutti in possesso di documenti di identità e che hanno già compiuto un percorso che ha in parte compensato le loro traumatiche esperienze e che ha consentito agli operatori di tracciare per ciascuno un "bilancio delle compentenze", una traccia delle potenzialità che il progetto consentirà loro di esprimere». «La Direzione generale dell’Immigrazione e delle Politiche di integrazione del Ministero – ha sottolineato l'assessore alle politiche sociali del Comune di Valderice, Michele Schifano - ha finanziato il progetto per l’alta valenza sperimentale e noi auspichiamo di centrare l'obiettivo e rendere stabile questa attività che ha, implicitamente, anche un alto valore e contenuto di educazione alla legalità. Perché si sottraggono minori che potrebbero ingrossare le fila delle diverse forme di criminalità e perché li si educa al principio del lavoro legale e non in nero». La distribuzione dei posti disponibili prevede l'attivazione del progetto per 4 ragazzi a Salemi; 5 a Calatafimi; 17 a Marsala; 13 a Valderice. Altri cinque posti, ancora da assegnare, saranno probabilmente "spalmati" tra i soggetti aderenti al bando. «Per quanto riguarda Valderice – ha aggiunto il sindaco Iovino - puntiamo, in particolare, alla formazione dei ragazzi ospitati presso la struttura di Badia Grande di Bonagia. Spero che partecipino al bando per gli stage le nostre numerose imprese di ristorazione ed enogastronomia, di giardinaggio e manutenzione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X