Castellamare, primarie del Pd per scegliere il candidato sindaco

Al momento gli aspiranti alla candidatura sarebbero tre: il capogruppo in consiglio comunale Salvatore Galante, Camillo Coppola e Giuseppe D'Angelo

CASTELLAMMARE. Primarie per scegliere il candidato sindaco. Non può che essere una prerogativa del partito democratico che anche a Castellammare delega gli appartenenti al partito per designare il candidato sindaco. Il Pd castellammarese, che ha anche dato vita ad un esecutivo ristretto formato dal coordinatore Salvo Bologna, da Camillo Coppola e Salvatore Bonghi, nonché dagli attuali due consiglieri comunali Salvatore Galante e Giovanni Portuesi, non ha ancora deciso se il candidato sindaco sarà scelto solo con delle primarie interne o sarà data possibilità di scelta anche ad eventuali gruppi e coalizioni con le quali certamente si alleerà. Al momento gli aspiranti alla candidatura a sindaco sarebbero tre: il capogruppo in consiglio comunale Salvatore Galante, Camillo Coppola e Giuseppe D’angelo. Non è ancora chiaro se anche l’altro consigliere, Giovanni Portuesi, sarà tra i candidati. Quel che è certo, invece, è che il partito democratico, che ha già una sua lista quasi definita, avrà il suo simbolo alle amministrative che si terranno in primavera. Certamente i democratici si alleeranno con altri gruppi e liste civiche ma al momento, poiché il quadro è ancora tutto da definire, rimangono in posizione d’attesa lavorando alla lista ed alla candidatura da proporre alla futura coalizione definitiva. Poiché si voterà con il turno unico (non è previsto il ballottaggio, tranne nel raro caso della parità di voti tra due candidati), sarà sindaco chi otterrà più voti. Questo porta partiti e gruppi a cercare di allearsi per cumulare quanti più consensi possibile. Ma i candidati per la poltrona di primo cittadino saranno certamente numerosi: il pediatra Salvatore Fundarò, con una probabile lista civica, ed il ragioniere Francesco Poma, ormai non sono più una novità, ma intanto sorgono aggregazioni giovanili e non solo. Si confrontano gli attuali consiglieri nel tentativo di creare un gruppo allargato a tutti i partiti,  giovani ma anche affermati professionisti(ingegneri, medici…). Ma le ipotesi attuali non hanno alcuna conferma poiché destinate a cambiare fino al momento della presentazione delle liste e dopo i dati delle vicine nazionali. In attesa di sapere quali mosse faranno politici come Piero Russo, Gaspare Canzoneri, Giuseppe Ancona e Nino Mistretta, il Pd si prepara alle primarie castellammaresi con la frase che in questa, come in ogni altra campagna elettorale, diventa una sorta di leitmotiv : “siamo pronti a dialogare”. Tra un dialogo e l’altro alla ricerca del candidato che possa ottenere più consensi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X