Tagli ai fondi anche per i Misteri

A causa dello sforamento del patto di stabilità, il contributo destinato all’Unione Maestranze passa da 103 a poco meno di 80 mila euro
Trapani, Archivio

TRAPANI. Ridotta del 25%, da poco più di 103 mila a poco meno di 80 mila, il contributo che il Comune assegna all'Unione Maestranze per l'organizzazione della secolare processione dei Misteri. Il taglio, inizialmente, ammontava al 50% (51 mila 650 euro) del contributo previsto, ma quando il Consiglio di amministrazione dell'Unione Maestranze ha spiegato che la soglia minima per organizzare la processione del Venerdì Santo ammontava ad 80 mila euro, l'amministrazione ha disposto un ulteriore impegno di 28 mila euro, in modo tale da portare il contributo 2012 a 79 mila e 650 euro, praticamente la soglia minima individuata dal CdA.

L'amministrazione Damiano ha disposto la rimodulazione del contributo in favore dell'Unione Maestranze a causa dei "vincoli legati al patto di stabilità". Una scelta, quindi, dovuta, ma che crea non pochi problemi all'Unione Maestranze a pochi mesi, ormai, dalla processione 2013, anche perché altri ne stanno sorgendo anche alla Provincia dove l'iter per il contributo sembra essersi arenato. "Lo scorso mese abbiamo incontrato l'assessore comunale competente - spiega Giuseppe Lantillo, vicepresidente del'Unione Maestranze - il quale ci ha annunciato la volontà dell'amministrazione comunale di procedere ad una riduzione del contributo. Noi, quindi, avendo compreso le difficoltà dell'Ente, abbiamo acconsentito, spiegando però, che la cifra minima per assicurare la processione, era di 80 mila euro". Il CdA dell'Unione Maestranze, quindi, ha cercato anche di incontrare il sindaco Vito Damiano, «ma, purtroppo, non ci è stato possibile».

Lantillo, quindi, sottolinea come "tutti questi contatti sono avvenuti poco prima dello scorso Natale" e che da allora i componenti dell'Unione Maestranze erano in attesa di un provvedimento giunto, all'incirca due settimane dopo. Il Comune, in base alla convenzione stipulata con l'Unione Maestranze nell'aprile del 1995, così come disposto da una delibera del consiglio comunale, ogni anno eroga un contributo "per la radicata tradizione della processione dei Misteri", anche in considerazione del fatto che il sostegno finanziario di iniziative religiose e culturali fortemente legate alla tradizione popolare rientra tra i compiti istituzionali del Comune.

La prima parte del contributo, 51 mila e 650 euro pari al 50% di quanto previsto nella convenzione, è stato assegnato all'Unione Maestranze lo scorso mese di aprile dalla Giunta guidata, allora, dal sindaco Mimmo Fazio, quale acconto della dotazione finanziaria consolidata del 2011 per la processione dei Misteri 2012. Nella determina attraverso la quale, adesso, l'amministrazione comunale riconosce un ulteriore contributo di 28 mila euro all'Unione Maestranze, come parziale rimborso di quanto doveva essere è non stato più conferito, viene spiegato che il "taglio" è stato un provvedimento necessario anche se "il Comune ha individuato la "processioni dei Misteri" tra le attività promozionali di valorizzazione di beni culturali e di turismo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X