Comune, risparmiati 110 mila euro per i «gettoni»

Il taglio dei compensi per le sedute del Consiglio e per quelle delle commissioni, è stato ridotto un anno fa a 66,48 euro
Trapani, Archivio

TRAPANI. Il consiglio comunale ha risparmiato, nel corso del 2012, circa 110 mila euro rispetto all'anno precedente, oltre 40 mila euro in più rispetto a quanto era stato previsto in un primo momento, nel gennaio scorso, quando erano state impegnate le somme per i gettoni di presenza per tutti i dodici i mesi. Il mancato rispetto del patto di stabilità nel 2011 ha fatto in modo che il gettone di presenza dei consiglieri comunali, per le sedute del Consiglio e per quelle delle commissioni, venisse ridotto, a partire dallo scorso primo gennaio, a 66,48 euro. Inoltre, nessun consigliere può percepire un importo superiore al trenta per cento dell'indennità prevista per il sindaco, a sua volta ridotta, sempre a seguito dello sforamento del patto di stabilità del 2011, a 4 mila e 151 euro. Per questo motivo, quindi, ogni consigliere comunale ogni mese non può percepire più di mille e 245 euro. Per provvedere al pagamento dei gettoni di presenza dei consiglieri per tutto il 2012, quindi, nel gennaio scorso l'amministrazione aveva previsto una spesa di 465 mila 668 euro e 28 centesimi. Poi, per le regole imposte dallo sforamento del patto di stabilità, la previsione di risparmio sfiorava gli 80 mila euro, mentre adesso, in attuazione delle linee guida per il patto di stabilità "da una verifica degli impegni assunti - si legge nella determina dell'Ufficio di supporto del consiglio comunale - si può accertare una economia di 41 mila e 141 euro". Per tutto il 2012, pertanto, la somma spesa per pagare i gettoni di presenza ai consiglieri comunali è stata di 346 mila e 915 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook