Contenzioso fra medici e Asp: "Pagati meno compensi"

Novanta professionisti ritengono di avere diritto ad ulteriori somme
Trapani, Archivio

TRAPANI. Braccio di ferro tra l'Azienda sanitaria provinciale e ben 90 medici di medicina generale convenzionati con l'Asp, che decidono di rivolgersi al giudice del Lavoro. La decisione dei 90 medici di famiglia è scaturita per il presunto mancato pagamento da parte dell'Asp di alcuni compensi loro dovuti.

Per l'erogazione di tali compensi, in base al provvedimento adottato dall'amministrazione sanitaria ed in pubblicazione all'albo pretorio del'Ente, i sanitari interessati sarebbero creditori di alcune somme a loro mai erogate per la durata di 10 anni e precisamente dal 1995 al 2005. I medici di famiglia, secondo quanto riportato nella deliberazione dell'Azienda, chiedono specificatamente il pagamento delle somme loro dovute in base ad una disposizione di legge del 1996, che stabilisce l'erogazione di un compenso aggiuntivo oltre al compenso loro dovuto.

Si tratta comunque di somme che, in caso di vittoria degli interessati, comporrebbe per l'Asp un esborso di una consistente cifra non ancora quantificata. L'amministrazione sanitaria però ha deciso di resistere in giudizio, ritenendo che i 90 medici generici interessati (ma non tutti i sanitari interessati avrebbero aderito al ricorso) non sono creditori di tali somme ed ha affidato la sua difesa all'avvocato Sabrina Lipari. Il giudice del Lavoro di Trapani ha già fissato la prima udienza per il 5 febbraio del prossimo anno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X