Alcamo, traffico rivoluzionato per le festività di Natale

Il tratto del corso VI Aprile compreso tra la via Rossotti e la piazza Ciullo rimarrà chiuso al traffico fino al 6 gennaio

ALCAMO. Si configura come una sorta di "Babele", la città di Alcamo nel momento in cui si affrontano argomenti che riguardano l'emergenza viabilità e dove l'anarchia diffusa consente di trasgredire facilmente anche regole elementari di civile convivenza. Si fa largo adesso l'idea di organizzare un dibattito pubblico con protagonisti i cittadini, gli amministratori comunali, le associazioni di categoria sempre più accusate di essere latenti, e le Forze dell'Ordine. Intanto, "il tratto del corso VI Aprile compreso tra la via Rossotti e la piazza Ciullo rimarrà chiuso al traffico per tutto il giorno fino al 6 gennaio - conferma l'assessore Massimo Fundarò - e il parcheggio interrato di piazza Bagolino resterà aperto giornalmente dalle ore 8 fino alle ore 22". Aggiungiamo che si rivela opportuno mantenerlo aperto e sorvegliato adeguatamente anche ben oltre le ore 22. Mentre sul tratto dalla piazza Ciullo verso Porta Trapani, sinora per circa duecento metri sono collocati dei cordoli per separare nettamente la corsia di marcia da quella d'emergenza, lasciando obliqui i parcheggi e cambiando così la precedente idea della stessa amministrazione comunale di creare una pista ciclabile sulla parte sinistra della carreggiata, mettere più al centro la corsia preferenziale e disporre i parcheggi in parallelo ai marciapiedi, sulla destra. Il vicesindaco Gino Paglino è intervenuto sulla situazione che riguarda la via Mazzini, attualmente zona a traffico limitato dalle ore 20 alla mezzanotte. In questa strada che collega la piazza della Repubblica con la piazza Ciullo, si sono aperti e continuano ad aprirsi nuovi locali per la somministrazione di alimenti e bevande e dove si continua a fare serate di musica all'aperto, installando gazebi. In piazza Mercato, da tempo, non se ne organizzano. "Perché, se le regole ci impongono di non fare i concertini all'aperto, in via Mazzini si è liberi di fare quel che si vuole?", obiettano gli esercenti in piazza Mercato e, con loro, i residenti nella zona di via Mazzini stessa, i quali da tempo lamentano il protrarsi di situazioni di disturbo della quiete pubblica oltre all'impossibilità di parcheggiare o accedere. Chiesti controlli per prevenire l'abuso di alcolici e tutelare i minori in tal senso. "Per quanto riguarda i suddetti locali e gli spettacoli in via Mazzini, le autorizzazioni sono state rilasciate regolarmente", dichiara Paglino. Il consigliere comunale Antonio Fundarò ha intanto presentato una mozione di indirizzo per la chiusura della via Diaz e per il cambio del senso di marcia della via Trinità, direzione via Santissimo Salvatore - via Vittorio Veneto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X