Trapani, confronto tra «big»: la Cremonese chiude l’andata

La formazione che «non si tocca» è quella iniziale con Giuseppe Pirrone al fianco di Fernando Spinelli a centrocampo e con Totò Gambino come partner di Giovanni Abate in attacco che, dopo avere surclassato l’avversario nel primo tempo, è stata capace di rimontare l’inopinato vantaggio dei padroni di casa, o quella che con, gli innesti di Cristian Caccetta e di Emilio Docente ha messo il sigillo sulla partita portando a tre i gol dei granata
Trapani, Archivio

TRAPANI. «Squadra che vince non si tocca». È un adagio o comunque uno dei luoghi comuni del mondo del calcio. Ma rapportandolo al Trapani che ha strapazzato, nell’anticipo di venerdì della scorsa settimana la Reggiana, c’è da chiedersi, in vista dell’impegno di domani contro la Cremonese, se la formazione che «non si tocca» è quella iniziale con Giuseppe Pirrone al fianco di Fernando Spinelli a centrocampo e con Totò Gambino come partner di Giovanni Abate in attacco che, dopo avere surclassato l’avversario nel primo tempo, è stata capace di rimontare l’inopinato vantaggio dei padroni di casa, o quella che con, gli innesti di Cristian Caccetta e di Emilio Docente ha messo il sigillo sulla partita portando a tre i gol dei granata. «La formazione è sempre l’ultimo dei miei problemi», ha sempre ripetuto mister Roberto Boscaglia, ma il fatto che nella fase tattica degli allenamenti svolti in settimana abbia mischiato più del consueto le «carte» farebbe supporre che quantomeno sta valutando tutte le soluzioni possibili, avendo, peraltro a disposizione pressoché tutti gli effettivi. Rientrano, infatti, dalla squalifica, Francesco Lo Bue e Giacomo Tedesco mentre Matteo Mancosu resta «appiedato» per il secondo turno da scontare. Un pizzico di scaramanzia vorrebbe la conferma di Pirrone, in gol in entrambi i confronti con i grigiorossi dei play off dello scorso anno, ma anche Tedesco andò a rete nel 4-2 che il Trapani impose, in trasferta, alla Cremonese nella partita di ritorno della «stagione regolare» (all’andata, al Provinciale fu 0-0), aprendo una serie di marcature completata da Abate e da Giuseppe Madonia (doppietta). È difficile attendersi qualche indicazione dalla stessa rifinitura che si terrà stamani al «Roberto Sorrentino». Il confronto con la Cremonese, ultima partita del girone d’andata prima della lunga sosta per le festività di Natale e di fine-inizio anno, rimane, comunque, fondamentale sia per la determinazione dei granata a consolidare il loro piazzamento nella griglia play off che per quella dei grigiorossi di risalire verso posizioni più consone all’obiettivo valore tecnico della squadra.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X