Lotta all’abbandono dei rifiuti in città: il sindaco vara una nuova ordinanza

La Adamo dichiara «guerra» a chi getta cartacce per strada. Multe dai 250 ai 1.500 euro per chi non rispetta le regole
Trapani, Archivio

TRAPANI. «Basta con i volantini pubblicitari, con l'abbandono indiscriminato dei rifiuti agli angoli delle strade, con i cani a passeggio senza il necessario occorrente per la rimozione delle deiezioni». È quanto dispone una nuova ordinanza del sindaco Giulia Adamo per cercare di dare maggiore decoro, quanto meno igienico ed estetico, alla città.

I tentativi non sono finora mancati, ma i risultati non sono certo soddisfacenti se la città continua ad essere sporca. Da una parte la scarsa collaborazione dei cittadini che continuano ad abbandonare i sacchetti dei rifiuti sui marciapiedi e agli angoli delle strade, pronti ad essere oggetto delle attenzione dei randagi che spargono i contenuti sulla strada, dall'altra una non certo ottimale pulizia da parte della «Aimeri» per quanto riguarda strade e piazze.

Ad aggravare la situazione c'è l'indiscriminato abbandono per le strade dei volantini pubblicitari che, nella maggior parte dei casi, finiscono proprio sulla strada. Ma questa volta il sindaco Adamo e la sua giunta hanno approvato un regolamento per il decoro urbano. Il provvedimento è stato predisposto dal comandante della Polizia Municipale Vincenzo Menfi e mira essenzialmente a migliorare il decoro urbano. Nel territorio è ormai diffusa la pratica del volantinaggio.

«Fin dal nostro insediamento - dice il sindaco Adamo - ci siamo adoperati per dare decoro alla città. Oggi tutti gli sforzi rischiano di essere vanificati a causa di volantini e depliant che vengono buttati per terra dalle persone dotate di scarso senso civico. Da qui il mio appello per invitare tutti alla massima collaborazione. Da parte nostra intensificheremo i controlli multando i trasgressori». Da qui l'ordinanza del sindaco che vieta ogni forma di volantinaggio su tutte le aree pubbliche. Divieto che viene esteso anche alle aree condominiali degli edifici privati.

L'ordinanza sindacale non è limitata al volantinaggio pubblicitario (c'è un aspetto lavorativo per tanti giovani addetti a tali attività che va comunque salvaguardato essendo l'unica fonte di reddito, sia pure precario) ma anche all'abbandono incontrollato sulla pubblica via di oggetti o rifiuti che sporcano la sede stradale. Nelle iniziative per il decoro urbano viene anche disposto il divieto di condurre cani o altri animali senza avere con sé palette e sacchetti di plastica o involucri per la immediata rimozione della deiezioni. Le violazioni di tali disposizioni sono punite con sanzioni pecuniarie che vanno da 250 a 1.500 euro e nel caso in cui gli autori siano minorenni la sanzione sarà a carico dei genitori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X