Precari di Castelvetrano, assicurati tre mesi di salario

Annuncio di Errante in una sala gremita: se la Regione non coprirà la sua parte potremo comunque garantire 90 giorni
Trapani, Archivio

CASTELVETRANO. Sarà un Natale più sereno quello dei precari che lavorano presso il comune di Castelvetrano, meno per gli Lsu, che attendono le spettanze dall’Inps. A rassicurare centinaia di famiglie ci ha pensato il sindaco Felice Errante che ieri, su richiesta degli ex articolisti, ha convocato una riunione nell’aula consiliare, presente anche il presidente del consiglio comunale Vincenzo Cafiso. Alla presenza di una sala gremita il sindaco Errante ha usato toni rassicuranti per gli oltre duecento contrattisti che da qualche settimana, complici le notizie che arrivavano dalla Regione, non avevano più dormito sonni tranquilli, ma al contempo non ha loro risparmiato critiche, denunciando alcune sacche di scarso impegno. Si parlava con insistenza dello spettro del licenziamento, a causa del mancato rinnovo dei contratti per l’impossibilità di assicurare la copertura finanziaria.
Va ricordato, infatti, che le amministrazioni comunali assicurano le somme pari al 20% degli stipendi, mentre la quota dell80% viene garantita dalla Regione. A tal proposito, nelle scorse settimane, i funzionari comunali avevano notificato ai circa 270 contrattisti una lettera in cui si paventava l’impossibilità a poter rinnovare i contratti in assenza della copertura regionale, ed inoltre molti di loro erano stati messi in ferie forzate. Sono stati giorni di forte tensione, ma l’amministrazione ha deciso di prendere la situazione in mano per rassicurare i dipendenti ed il sindaco ha convocato la riunione di ieri proprio per spiegare i prossimi passi che verranno attuati. Il primo cittadino ha spiegato che nell’eventualità che dalla Regione non arrivino i fondi previsti, l’Amministrazione potrà garantire la copertura economica per circa tre mesi ai dipendenti, grazie all’economie che sono state fatte in questi mesi, a tal proposito ha ribadito che saranno privilegiati gli emolumenti dei dipendenti prima di liquidare le indennità ad amministratori e consiglieri.
Il sindaco ha parlato anche di un percorso di stabilizzazione avviato da Gianni Pompeo, e che in tal senso si opererà per colmare i deficit in settori come verde pubblico, manutenzioni, operai che saranno potenziati anche grazie alle integrazioni salariali che verranno attribuiti non più per gli amministrativi, bensì per coloro che svolgeranno servizi manutentivi.
Discorso a parte quello dei Lavoratori socialmente utili che il comune non può assorbire e che in mancanza di copertura finanziaria dall’Inps, dovranno fermarsi poiché per legge il comune non può anticipare le somme di questi lavoratori. In compenso sei di loro, che appartengono a categorie protette saranno presto assunti a tempo indeterminato.
Soddisfazione è stata espressa dal sindaco e dagli stessi lavoratori che hanno percepito l’impegno di questa amministrazione nel tentativo di trovare la risoluzione dei loro problemi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X