Marsala, il Tar "rivoluziona" l’aula: entrano in consiglio Anastasi e Cordaro

Accolto ricorso dei due esponenti della lista «Forza Marsala»: seggio perso per Galfano del Pd e Accardi dell’Udc

MARSALA. A distanza di poco più di sei mesi cambia la geografia politica del consiglio comunale. Vi fanno il loro ingresso Guglielmo Anastasi e Pino Cordaro della lista "Forza Marsala" per la sentenza emessa ieri dalla seconda sezione del Tar di Palermo, presieduta dal giudice Filippo Giamportone, che ha accolto il ricorso dei due candidati al consiglio comunale.

La sentenza se consente a Guglielmo Anastasi e Pino Cordaro di fare il loro ingresso a Sala delle Lapidi di Palazzo VII Aprile, di contro esclude dalla carica consiliare Gaspare Galfano della lista "Partito Democratico" e Salvatore Accardi della lista "UDC Casini", entrambe collegate al candidato sindaco Giulia Adamo e alle quali erano stati inizialmente attribuiti i due seggi in consiglio comunale.

In pratica il Tar ha dato ragione ai due ricorrenti che erano stati esclusi in quanto la loro lista "Forza Marsala" collegata con il candidato sindaco Giulia Adamo, era stata esclusa dalla ripartizione dei seggi per una valutazione del presidente dell'Ufficio centrale elettorale, giudice Maurizio Genco, che non consentiva alla lista di superare lo sbarramento del 5 per cento. Una decisione che già allora aveva destato delle perplessità in quanto Guglielmo Anastasi e Pino Cordaro avevano ottenuto rispettivamente 594 e 483 preferenze e, in un primo momento, erano stati dati per eletti. Poi il "colpo di scena".

L'Ufficio elettorale centrale, nonostante una circolare esplicativa della Regione che prevedeva il computo diversificato dei voti per il consiglio comunale e quelli per il sindaco, unificava i voti ottenendo una percentuale che lasciava sotto lo sbarramento del 5 per cento la percentuale della lista "Forza Marsala" con la conseguente esclusione dalla elezione a consiglieri comunali di Pino Cordaro e Guglielmo Anastasi. I due, però, forti di quella circolare regionale che pare sia stata applicata in tutta la Regione Siciliana, avanzavano ricorso al Tar che ieri si è pronunciato, accogliendo il loro ricorso con cui "annulla i risultati elettorali impugnati assegnando due seggi alla lista "Forza Marsala" e proclama eletti Guglielmo Anastasi al posto di Gaspare Galfano e Pino Cordaro al posto di Salvatore Accardi.

Ora, in virtù dell'effetto immediato della sentenza i due fanno il loro ingresso in consiglio comunale, anche se gli esclusi Gaspare Galfano e Salvatore Accardi possono ugualmente fare ricorso al Consiglio di Giustizia Amministrativa nella speranza di vedere ribaltata la sentenza del Tar e tornare a sedere a Sala delle Lapidi di Palazzo VII Aprile.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X