Marsala, torna la sosta a pagamento La gestione affidata ai vigili urbani

Dalla prossima settimana in funzione gli stalli in varie piazze e in alcune vie. Si pagheranno 50 centesimi l’ora
Trapani, Archivio

MARSALA. Dalla prossima settimana in funzione le «strisce blu» per la sosta a pagamento delle auto. La giunta municipale ha infatti approvato l'atto deliberativo, redatto dal comandante della Polizia Municipale Vincenzo Menfi, con cui viene ripristinato il servizio di sosta entro gli stalli contrassegnati dalle «strisce blu», servizio che fino allo scorso mese di luglio era svolto dalla «Soes», l'azienda di Telese Terme (Benevento) che lo aveva iniziato nel 2009. In virtù di questa nuova delibera sarà ora il Comune a gestire in proprio il servizio. Questo sarà svolto dagli agenti della Polizia Municipale (nonostante l'esiguo numero dell'organico e le esigenze di una loro maggiore presenza sulle strade) coadiuvati da «ausiliari del traffico» che saranno individuati fra i dipendenti comunali. Gli spazi delimitati dalle «strisce blu» sono 997, mentre le schede, con tariffa oraria di 50 centesimi, saranno acquistabili presso bar, tabaccherie ed altri punti vendita. Saranno disponibili anche schede per mezz'ora dell'importo di 25 centesimi. Le «strisce blu» saranno operative tutti i giorni feriali dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Sono previsti anche abbonamenti per i residenti nei pressi degli stalli e per i titolari di esercizi commerciali. Il servizio «park-card» sarà operativo fin dalla prossima settimana essendo stata già ultimata la nuova segnaletica nelle aree destinate alla sosta a pagamento. Queste le piazze dove saranno ubicate le nuove strisce blu: Marconi, Francesco Pizzo, del Popolo, Piemonte e Lombardo, Tommaso Pipitone, e nel parcheggio dell'ex Lido Signorino. Le vie interessate sono invece: Mazzini, Roma, Mario Nuccio, Giovanni Amendola, Pascasino, Giulio Anca Omodei, Edoardo Alagna, dei Mille, Francesco Crispi, Trapani, Istria, Stefano Bilardello, Sanità, Scipione l'Africano, Liberta, delle Sirene, Sirtori, Sibilla ed ancora Corso Gramsci, Corso Calatafimi e Viale Isonzo. «Il sistema della sosta a pagamento - dice il sindaco Giulia Adamo - costituisce un'efficace soluzione al problema della ricerca del parcheggio nelle zone ad alta densità di traffico veicolare ed è, inoltre, un deterrente alla sosta selvaggia e prolungata nelle principali vie del centro urbano. Da qui la nostra decisione di riprendere il servizio e di gestirlo direttamente in economia. Purtroppo la «spending review» ci obbliga a ricorrere al personale in servizio al Comune che sostituirà quello che era in forza alla società che lo gestiva prima».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X