Omicidio di Maria Anastasi, procura chiede giudizio immediato

Per la morte della donna sono indagati Salvatore Savalli e Giovanna Purpura, i due amanti accusati dell'assassinio dello scorso 4 luglio
Trapani, Archivio

TRAPANI. La Procura di Trapani chiederà il giudizio immediato per Salvatore Savalli e Giovanna Purpura, i due amanti accusati di aver assassinato lo scorso 4 luglio Maria Anastasi, 39 anni, al nono mese di gravidanza, moglie dell'uomo. Savalli deve rispondere di omicidio preterintenzionale con l'aggravante della crudeltà (la donna è stata uccisa a colpi di piccone e poi data alle fiamme). Giovanna Purpura è indagata per concorso. Per gli inquirenti, il concorso è stato materiale (per aver assistito al delitto) morale (per aver «coperto» il complice). Nel corso dell'ultimo interrogatorio, Savalli ha fornito una nuova versione dei fatti che, comunque, non convince affatto i pm, i quali la considerano inverosimile. L'uomo - che ha sempre accusato Giovanna Purpura di essere l'esecutrice del delitto - ha dichiarato di aver assistito inerme all'omicidio perchè minacciato da due non meglio identificati motociclisti, armati di pistola (presunti amici di Purpura), presenti sul luogo dove si è consumata la tragedia. Ancora da chiarire il movente del delitto, anche se sembra essere legato alla storia sentimentale tra i due amanti indagati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X