Castelvetrano, nel centro chiuso commercianti in crisi

Chiedono spettacoli e iniziative forti per richiamare nelle isole pedonali turisti e acquirenti

CASTELVETRANO. La Movida «investe» il Sistema delle piazze nelle serate del sabato e della domenica ma negli altri giorni i commercianti lamentano la presenza degli acquirenti e dei turisti, che si fermano la maggior parte a visitare il Museo Civico di Via Garibaldi per poi fare ritorno negli alberghi. L’istituzionalizzazione dell’isola pedonale nel Sistema delle piazze se da un lato ha dato dignità alla storia di Castelvetrano, per il semplice fatto, che ogni città che si rispetti, deve avere un’isola pedonale dall’altro languono le attività commerciali che hanno aperto i battenti nei locali messi a disposizione del comune gratuitamente per i primi tre anni.
Marcello Craparotta, ha un negozio d’antiquariato e lancia l’idea di riaprire al traffico la piazza tranne il sabato e la domenica. Lo stesso precisa: «Non sono contrario all’isola pedonale, ma le attività commerciali sono troppo poche, la crisi c’è ma dobbiamo creare momenti d’attrattiva per convincere gli acquirenti ad arrivare nelle nostre piazze. Proporrei dei mercatini dell’usato quasi permanenti che costituiscano una attrattiva per i turisti e di acquisto per tutti. La piazza è bella, conclude il commerciante - ma è deserta».
Stanno un po’ meglio i ragazzi del Cortez e del Torchio, che funzionando come bar e pub e assorbono anche la clientela degli impiegati comunali durante la settimana. La titolare del negozio di ceramiche Bianca Infranca aveva invece appeso il cartello «cedesi attività», poi dopo qualche giorno l’ha tolto. «In effetti sono un po’ amareggiata - dice -. Qui i turisti arrivano con il contagocce, probabilmente c’è poca informazione sui nostri siti da visitare. Per incentivare noi commercianti l’Amministrazione comunale, in questo momento di crisi, dovrebbe rinnovare per un altro triennio la gratuità della locazione, visto che abbiamo fatto delle migliorie a nostre spese nei locali , sperando di raccogliere i frutti». Gli organizzatori delle feste del sabato sera non conoscono invece la crisi e la musica non manca mai. L’amministrazione comunale promette che saranno realizzate della manifestazioni natalizie nel Sistema delle Piazze e dei momenti di aggregazione, sperando anche che il tempo sia clemente. Sull’apertura al traffico della stessa piazza non se ne parla, mentre comincia a correre voce che potrebbe riaprirsi alle auto la via Pappalardo, valvola di sfogo del traffico del centro visto che la parallela via La Farina è troppo stretta e pericolosa soprattutto per i pedoni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X