Dall’aula disco verde al bilancio: resta la paura per 11 milioni di buco

Venti milioni di euro spostati da un capitolo all’altro per consentire i riequilibri
Trapani, Archivio

MARSALA. Due giorni e quattro sedute «non stop» per approvare le variazioni al bilancio di previsione per il 2012. L'approvazione con 14 voti favorevoli, quanto erano in aula i consiglieri di maggioranza, con la relativa «immediata esecutività» della delibera. Una decisione, quella del consiglio comunale, parecchio tormentata per quello spettro del «buco» di 11 milioni di euro che ha fatto temere (e di fatto lo fa temere ancora) che il Comune possa sforare il patto di stabilità ed andare in dissesto finanziario. Un pericolo che viene comunque escluso dall'amministrazione Adamo che, a copertura, potrebbe utilizzare gli oltre 20 milioni di euro del fondo di riserva. Ciò solo nel caso in cui non dovessero esserci nuovi finanziamenti comunitari, statali e regionali e la Corte Costituzionale dovesse respingere la richiesta di incostituzionalità del patto di stabilità avanzata dalla Sicilia, come regione a statuto speciale. Il pronunciamento è previsto per la seconda decade del marzo 2013.
Intanto l'amministrazione «incassa» i riequilibri di bilancio, dopo avere rigettato due ordini del giorno, uno presentato da Pino Carnese per la minoranza e l'altro del gruppo Pd di maggioranza. L'approvazione dello strumento finanziario è avvenuta dopo che il consiglio, su proposta dello stesso presidente Enzo Sturiano, aveva inserito la somma di 10 mila euro come fondo per l'attività del consiglio stesso. Sono stati oltre 20 milioni di euro gli spostamenti, da un capitolo all'altro, fatti dal Consiglio per i «riequilibri». Tra gli spostamenti quello di 150 mila euro dalla manutenzione strade agli interventi di manutenzione straordinaria del Teatro comunale «Eliodoro Solloma», 200 mila euro per la segnaletica stradale e i pannelli informativi esplicativi, un milione e 300 mila euro per gli impianti sportivi, compresi il Palasport, lo Stadio Municipale «Nino Lombardo Angotta» e lo stadio di Paolini; 23.304.000 euro per il completamento della rete fognante. Da sottolineare come, in alcuni momenti, i lavori hanno potuto continuare per la presenza in aula dell'opposizione che ha assicurato il numero legale. Soddisfazione per l'approvazione delle variazioni e degli equilibri è stata espressa al termine dei lavori consiliari dal presidente Enzo Sturiano. «Il consiglio comunale - ha detto - con senso di responsabilità ha approvato le variazioni di bilancio consentendo all'amministrazione Adamo di proseguire nella gestione amministrativa del Comune».  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X