Marsala, chiesti 8 anni e mezzo per presunto strozzino

Andrea Moceri, 53 anni, imprenditore di Campobello di Mazara è stato processato davanti al Tribunale di Marsala, con l'accusa di usura. Arrestato dai carabinieri nel 2004, avrebbe iniziato la sua attività nel '93

MARSALA. Una condanna a otto anni e mezzo di carcere è stata invocata dal pubblico ministero Giacomo Brandini per Andrea Moceri, 53 anni, imprenditore di Campobello di Mazara, processato, davanti al Tribunale di Marsala, con l'accusa di usura. Arrestato dai carabinieri nel luglio 2004, Moceri avrebbe iniziato la sua attività di usuraio nel '93.

Tra le sue vittime, numerosi imprenditori e semplici cittadini. Una ventina i casi accertati dagli inquirenti, per un ammontare complessivo di circa 3 milioni di euro. I tassi di interesse oscillavano dal 60 al 600 per cento.

Solo una vittima si e' costituita parte civile, l'imprenditore di Campobello di Mazara. Marco Bascio. Nel processo, è imputata, per riciclaggio, anche Francesca Bertaglia, moglie del presunto usuraio. Per la donna il pm ha chiesto la condanna a 2 anni e 8 mesi.

Nel marzo 2007, a Moceri e ai suoi familiari furono sequestrati beni mobili e immobili per un valore di 7 milioni di euro (10 abitazioni, 21 negozi e magazzini, 5 fabbricati in costruzione e 32 ettari di terreno), quote societarie di quattro aziende commerciali del settore automobilistico e della ristorazione. Beni che, poi, furono dissequestrati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X