Guasto alla condotta, Comuni dell’hinterland a secco

Grossa perdita a Xitta all’altezza dell’attraversamento ferroviario. Acqua con il contagocce a Custonaci, Erice, Paceco e Valderice
Trapani, Archivio

TRAPANI. Al peggio non c’è mai fine. Ancora problemi idrici. Una storia che si ripete e che ogni giorno si arricchisce di un nuovo capitolo.
Un nuovo guasto al dissalatore di contrada Nubia, nel territorio di Paceco, e acqua con il contagocce in cinque comuni: Custonaci, Erice, Paceco, e Valderice. Mentre la città è interessata solo marginalmente e per alcune zone. Ieri mattina, intormno alle 7,30, l’impianto si è fermato «a causa — si legge in una nota diramata da Siciliacque — di una grossa perdita verificatasi all’interno del pozzetto di valle dell’attraversamento della linea ferrata di contrada Xitta». Ciò ha determinato una conseguente interruzione della fornitura idrica ai comuni di Custonaci, Erice, Paceco, Trapani e Valderice.
Ergo: rubinetti all’asciutto, disagi e proteste. I tecnici si sono già messi al lavoro per eliminare l’ennesimo incoveniente. «La situazione — specifica la nota diramata, ieri, da Siciliacque — dovrebbe ritornare alla normalità, salvo imprevisti, nell’arco di 24 ore».
Ciò significa che anche oggi nei cinque comuni si prospetta una giornata all’insegna dei disagi e delle tribolazioni. Ancora una volta il dissalatore ha subito un guasto.
Insomma, piove sul bagnato. In particolare nel capoluogo e nel suo hinterland dove l’acqua continua ad arrivare a singhiozzo, scatendo le dure proteste degli utenti costretti per far fronte all’emergenza idrica a ricorrerre, mettendo mano al portafogli, alle autobotti private.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X