Favignana, sì al documento per la tutela delle coste

Approvato dal consiglio comunale il piano di utilizzo del demanio. Più di 150 ettari sono le zone vincolate che non potranno essere date in concessione
Trapani, Archivio

FAVIGNANA. Il Consiglio comunale di Favignana ha approvato il Piano di utilizzo del demanio. Si tratta di uno strumento che punta alla tutela della coste di cui finora, in Sicilia occidentale, si sono dotati solo le Egadi ed il Comune di San Vito lo Capo.


Il Pudm punta a pianificare la programmazione del territorio, salvaguardando le aree demaniali e mettendole ai riparo dalle speculazioni, come rimarcato dal sindaco Lucio Antinoro. Nel Piano, dove le coste sono state divise per fasce, sono previste aree per servizi portuali, per la balneazione attrezzata, per le attività commerciali, per il rimessaggio ed il noleggio dei natanti. Più di 150 ettari sono le zone vincolate che non potranno essere date in concessione, 50 ettari quelle destinate ad interventi di pubblica utilità. Il Piano è stato redatto dall’architetto palermitano Giuseppe Bellanca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X