Ospedale pieno, stop ai ricoveri già programmati

L'ospedale «Sant'Antonio» è saturo: da oggi e per la durata di 15 giorni si effettueranno solo i ricoveri urgenti. Lo ha disposto la direzione sanitaria, presieduta da Francesco Giurlanda
Trapani, Archivio

TRAPANI. L'ospedale «Sant'Antonio» è saturo e pertanto da oggi e per la durata di 15 giorni si effettueranno solo i ricoveri urgenti. Lo ha disposto la direzione sanitaria, presieduta da Francesco Giurlanda. «Stiamo applicando una precisa direttiva dell'assessorato regionale alla Sanità - dice -. Visto che i posti letto del nosocomio sono tutti occupati, dobbiamo procedere alla sospensione dei ricoveri già predisposti ed effettuare solo quelli urgenti». Di conseguenza tutti gli interventi che erano stati già programmati per i prossimi 15 giorni, verranno eseguiti successivamente.

Il professore, però, spiega che saranno effettuate apposite valutazioni per differenziare la tipologia di intervento chirurgico e riconoscerne l’urgenza. Per esempio un intervento di ipertrofia prostatica, non ritenuto urgente, sarà rinviato. Si tratta di un’operazione che può essere riprogrammata, visto che il paziente dovrebbe rimanere in ospedale. Mentre un intervento chirurgico per una cataratta ad un occhio, no. In questo caso, infatti, l'operazione viene eseguita in day hospital. Ed il paziente non occupa un posto letto.

I posti letto del nosocomio del capoluogo, dopo i decreti dell'ex assessore regionale alla sanità Massimo Russo che ha operato un taglio complessivo in tutta la Sicilia, sono adesso 285, ritenuti, comunque, insufficienti da forze sociali e dagli addetti ai lavori, se si considera il vasto bacino d'utenza del Sant'Antonio Abate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X