Campobello, cacciatori nella riserva del «Pantano Leone»

Un esemplare di anatra selvatica è stata ferito da cacciatori senza scrupoli. L'allarme degli animalisti
Trapani, Archivio

CAMPOBELLO DI MAZARA. Atti di bracconaggio al «Pantano Leone» di Campobello di Mazara. Ucciso un magnifico esemplare di Cicogna bianca e altri volatili. Un volontario dell’Associazione “ Capo Feto” intanto salva un’anatra selvatica. A lanciare il grido di allarme di questa caccia spietata anche nei pressi delle Cave di Cusa, Antonino Barbera, uno dei volontari della stessa Associazione animalista che aderisce alla Federazione Nazionale Pro Natura. Lo stesso mostra le foto del “misfatto”. Nel corso di un’attività di controllo, precisa: «Abbiamo trovato un esemplare di cicogna bianca morta impallinata. Il pennuto portava sull’arto destro un anello di riconoscimento, infatti risulta inanellata in Svizzera, dove probabilmente è nata. La cicogna assieme ad altri esemplari stava per raggiungere le coste calde dell’Africa, si era fermata nel Pantano Leone, dove è stata raggiunta dai fucili di caccia dei bracconieri». Sul Giornale di Sicilia in edicola l'articolo completo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X