Marsala, riflettori puntati sulle contrade: nominati i 5 referenti

Saranno gli intermediari tra i cittadini e l’amministrazione, illustrando proposte di attività da svolgere

MARSALA. Non si costituiscono i quartieri, punto fermo della politica di Democrazia decentrata sperimentata negli anni'70 a Marsala e fatta poi miseramente fallire, ma sindaco e giunta intendono ripristinare un contatto più diretto ed intenso con le parti più lontane del territorio: le contrade. Con questo obiettivo il sindaco Giulia Adamo ha istituito e nominato i referenti delle frazioni, soggetti «particolarmente attivi nella vita sociale e in possesso dei requisiti validi per essere eletti consiglieri comunali».

Sono cinque (i quartieri erano inizialmente 14 ma poi finirono per essere ridotti a 8 prima di scomparire definitivamente): Giuseppe Ferracane, Antonino Barbera e Giacomo Licari, tutti e tre per le frazioni della zona di sud-est del territorio marsalese; Pasquale Salvatore Anastasi per la zona nord e Benedetto Filippo Mezzapelle per la zona di nord-ovest. I cinque referenti, la cui istituzione e nomina rientra nel piano di coinvolgimento dei cittadini nella gestione della cosa pubblica marsalesi,esigenza particolarmente sentita da sempre dalla comunità marsalese, caratterizzata da una vasta estensione del territorio comunale (un territorio con 104 frazione in una «Città territorio»), avranno il compito di ascoltare e portare al sindaco e al consiglio comunale le istanze dei rispettivi territori come proposte di attività da svolgere, di opere e di progetti da inserire negli strumenti di programmazione del Comune.

«Riteniamo questa figura dei referenti - sottolinea il sindaco Giulia Adamo - quanto mai interessante in quanto consente all'amministrazione comunale di avere sempre e in qualsiasi momento contezza delle problematiche delle nostre contrade e, con esse, anche le proposte che vengono dalla base. Questa è la migliore forma di compartecipazione che intendiamo istituzionalizzare con i cittadini e il territorio per la gestione della Cosa pubblica». Un'altra funzione che viene assegnata ai referenti è quella di segnalare agli assessori competenti la necessità di interventi urgenti nonché controllare che i servizi erogati nel territorio rispondano agli standard di efficacia e qualità, L'attività dei referenti, che hanno accettato l'incarico, sarà quanto prima regolamentata da parte del consiglio comunale, secondo una bozza di regolamento stilata dall'amministrazione comunale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X