Marsala, tagli in busta paga: commercialista indagato per estorsione

Giuseppe Renato Isaia, 53 anni, decurtava lo stipendio minacciando il licenziamento. E' accusato di estorsione aggravata e continuata ai danni delle dipendenti della società "Servizi scolastici e sociali"
Trapani, Archivio

MARSALA. Avrebbe taglieggiato le dipendenti della società "Servizi scolastici e sociali" di Marsala di cui, secondo gli investigatori, era amministratore di fatto, erogando loro somme inferiori rispetto a quanto previsto come stipendio nel contratto di lavoro. E' quanto ipotizza la
Procura di Marsala, che ha notificato l'avviso conclusioni indagini a Giuseppe Renato Isaia, 53 anni, commercialista e consulente fiscale. Il reato contestato è estorsione aggravata e continuata. L'indagato avrebbe attuato le decurtazioni in busta paga prospettando alle dipendenti la possibilità della perdita del posto di lavoro, giustificata con il contesto di grave crisi economica. I fatti contestati sono relativi al periodo compreso tra il 2005 e il 2007, quando la società gestiva il servizio scuolabus appaltato dal Comune. Sui bus le donne avevano il compito di vigilare sui bambini, aiutandoli a salire e a scendere. L'indagine è stata condotta dalla sezione di pg della
Guardia di finanza della Procura di Marsala e coordinata dal sostituto procuratore Antonella Trainito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X