Strade allagate: scatta la protesta a Marsala

Buche profonde anche mezzo metro in contrada San Silvestro. I residenti: "Stanchi di vivere nel Grand Canyon". Il Comune: "Entro sei mesi la via sarà sistemata"
Trapani, Cronaca

MARSALA. Da trent’anni costretti ad attraversare buche profonde anche mezzo metro per raggiungere la propria casa: scatta la denuncia degli abitanti della contrada San Silvestro: “Questa via è sempre stata impraticabile. Siamo stanchi di essere ignorati dalle istituzioni”. Replica il capo dell’Ufficio Tecnico comunale: “La pratica è già stata avviata. Entro sei mesi la via sarà sistemata”.


A rivolgersi al Giornale di Sicilia sono stati gli abitanti della contrada che si trova tra la via Salemi e la via Favara. Qui abitano circa cento famiglie che, negli anni hanno già prodotto varie petizioni e richieste formali indirizzate al Comune per segnalare il disagio di vivere “nel Grand Canyon” ironizzano i residenti. A dire il vero basta imboccare la via d’accesso alla zona – strada numero 308 – per trovarsi nel mezzo di una carreggiata costituita da buche, polvere e rocce affioranti molto pericolose per chi transita. La situazione si complica quando piove. Qui si formano, negli incroci, pozzanghere ampie quanto l’intera strada che impediscono assolutamente il passaggio a piedi e rendono molto difficoltoso quello in automobile.

Un servizio sul Giornale di Sicilia di oggi, edizione di Trapani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook