Marsala, pulizia straordinaria Rimosse discariche e siringhe

Uno degli interventi ha interessato la piccola pineta dell’agglomerato popolare di via Istria. A ridosso del Monumento ai Mille tolti i rifiuti abbandonati dai nomadi

MARSALA. Una nuova campagna di bonifica del territorio e pulizia straordinaria è stata effettuata nell'ultimo fine settimana dal personale della "Aimeri Ambiente" secondo un piano di intervento disposto e concordato dal sindaco Giulia Adamo e l'ingegnere Luigi Messina, responsabile dell'Azienda a Marsala.
E' una nuova fase di pulizia per il "decoro urbano", dopo quella svoltasi nelle principali vie del centro urbano nelle scorse settimane (e che sarà ripetuta nei prossimi giorni nelle vie Garibaldi, Bottino, XI Maggio e Piazza Loggia). Gli interventi hanno riguardato alcuni punti nevralgici della città che in passato erano stati oggetto di proteste da parte dei cittadini residenti e di dure critiche per le loro precarie condizioni igienico-sanitarie. Uno degli interventi ha interessato la piccola pineta dell'agglomerato popolare di via Istria. L'area è stata bonificata da cartacce, bottiglie e rifiuti di ogni genere che impedivano la fruizione dello stesso spazio verde da parte dei giovani del villaggio popolare.
Proprio gli abitanti di quell'area a più riprese avevano sollecitato un intervento di bonifica da parte del Comune. Un altro intervento è stato fatto a ridosso del mercato di piazza stadio. Anche qui la bonifica dai rifiuti abbandonati dai mercatali, aghi di pini, cartacce e una moto Ape da rottamare. "Una situazione insostenibile ed indecorosa" avevano denunciato nelle scorse settimane gli abitanti di quell'area che è proprio all'ingresso della città.
Sempre nella zona Stadio l'"Aimeri" è intervenuta nel piazzale sterrato di viale Olimpia dove erano anche delle siringhe sporche di sangue ed era stata trasformata in una autentica discarica "a cielo aperto" di qualsiasi tipo di rifiuti, anche carcasse di animali morti. Un'area antistante l'antica e preziosa Chiesa della Madonna della Grotta che Enti ed Associazioni proclamano sempre di volere recuperare e restaurare ma che rimane sempre più in precarie condizioni statiche nonostante la sua preziosità storico-monumentale. L'ultimo intervento nell'area verde a ridosso del Monumento ai Mille e del parcheggio comunale. Qui sono stati rimossi rifiuti abbandonati dai nomadi che sostavano in quell'area prima dell'Ordinanza emessa in settimana dal sindaco Giulia Adamo con la quale viene disciplinata la sosta in quell'area e vietata quella delle carovane di zingari.
"Dopo questi interventi - dice il sindaco Adamo - faccio un vivo appello ai cittadini affinchè ci aiutino a mantenere pulite le aree bonificate onde evitare che vengano ripristinate le condizioni precedenti che sono motivo di disdoro della città da parte di turisti, visitatori ma anche residenti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X